Pagine

sabato 29 ottobre 2016

IL REGNO IN CASA TUA



XXXI Domenica del Tempo Ordinario
“…Come potrebbe sussistere una cosa, se tu non l’avessi voluta?
Potrebbe conservarsi ciò che da te non fu chiamato all’esistenza?...Signore, amante della vita.”  (Sapienza).
Signore, Amante della Vita, che bella espressione, proprio perché si riferisce all’uomo, la creatura che gli è simile, come da Lui voluto. Come è bello, poi, sapere che ciascuno di noi è stato chiamato all’esistenza da Lui e ci conserva nell’amore, nel suo Amore che è per sempre.
Giovanni Paolo II nell’Evangelium Vitae lo ha ben spiegato e conclude quella sua favolosa Enciclica proprio nella preghiera finale con quella espressione: “Dio creatore e amante della vita”.
Cade, perciò, a puntino la lettera dell’apostolo Paolo ai Tessalonicesi per spiegare che la nostra esistenza non è un gioco o una casualità: “…per questo preghiamo continuamente per voi, perché il nostro Dio vi renda degni della sua chiamata e con la sua potenza porti a compimento ogni proposito di bene”.
Siamo chiamati ad essere degni del suo Amore perché solo così, con la sua potenza, potremo avere qualche speranza di lasciare una leggera traccia di bene nel breve passaggio della nostra vita terrena.
Questa potenza è ben sintetizzata nelle parole del Salmo: “…il tuo regno è un regno eterno, il tuo dominio si estende per tutte le generazioni”.

venerdì 28 ottobre 2016

NOVE MESI PER LA VITA - Chiesa Madonna degli Angeli - Domenica 30 ottobre ore 16,00

Domenica 30 Ottobre alle ore 16,00 alla Chiesa della Madonna degli Angeli riprende l'annuale appuntamento "Nove mesi per la Vita" che per nove mesi, da Ottobre a Giugno, seguirà con la preghiera e scandirà, ogni ultima domenica del mese, il periodo verso la nascita.
 E' il ritrovarsi per un momento  di preghiera specifico per la Vita.
 
 Il titolo, "Nove mesi per la Vita", richiama sia il tempo dello sviluppo nel seno materno dal concepimento alla nascita, sia l'approfondimento di un tema con "la vita" al centro  per tutti i "nove mesi" del suo percorso verso la nascita. E' un momento di preghiera semplice con la benedizione per le mamme in attesa presenti, nel ricordo delle mamme che non possono esserci e soprattutto nel ricordo dei bambini ai quali non è stato permesso di nascere, e con l'invocazione a Santa Gianna Beretta Molla protettrice di tutte le mamme in attesa, lei che ha saputo donare la sua vita per quella della sua bambina.
Introdotto dal celebrante, alla presenza di Gesù Eucaristia, questo momento di preghiera prosegue con la lettura di una testimonianza tratta dalla vita quotidiana corredata da riferimenti alla "Parola".
Momento centrale dell'incontro è l'Adorazione eucaristica, preghiera silenziosa che ci mette faccia a faccia con Gesù;  la Benedizione Eucaristica conclude la funzione.

Insieme a noi, nella Chiesa della Madonna degli Angeli, in via Madonna degli Angeli, 34, si uniscono in preghiera vari monasteri che alla stessa ora ci affiancano e ci sostengono con la preghiera; un "piccolo popolo della vita" che insieme e in unità di intenti chiede al Padre della Vita la presenza, l'intercessione e la misericordia.
Anche quest'anno, insieme al gruppo degli "Apostoli della Divina Misericordia figli di Maria Regina della Pace", aderiamo e sosteniamo l'iniziativa della "Adozione spirituale del bambino concepito", iniziativa che ci offre la possibilità di diventare, diventandolo di fatto,  accompagnatori di un bambino dal momento del concepimento a quello della nascita e quindi collaboratorì della sua salvezza insieme ai suoi genitori e a Dio.
Che cosa di più grande!

L'invito è esteso anche a te per un pomeriggio domenicale, perchè no?, diverso dal solito.
Grazie

giovedì 27 ottobre 2016

Un'ora di adorazione per la Vita "A GESU' CONCEPITO"


 Chiesa Madonna degli Angeli 
venerdì 28 Ottobre 18,30-19,30

Un'ora di adorazione alla presenza di Gesù Eucarestia.
Venerdì 27 Ottobre dalle ore 18,30 alle 19,30, il Centro di Aiuto alla Vita Lomellino nella Chiesa della Madonna degli Angeli, Piccolo Santuario della Vita, propone un’ora di adorazione "a Gesù concepito".
Per la vita nascente, che allo scandire di ogni momento della giornata viene rifiutata impedendo così a molti bimbi di nascere.
Perchè Gesù e Maria proteggano tutti i bimbi concepiti perchè possano nascere e vivere.
E' un'occasione per rientrare in se stessi con gli occhi e il cuore rivolti a Gesù Eucaristia.
"La Chiesa vive dell'Eucarestia. ...essa sperimenta il continuo avverarsi della promessa "Ecco io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo." (San Giovanni Paolo Secondo - Enciclica "Ecclesia de Eucharistia")

sabato 22 ottobre 2016

La Benevolenza di Dio




Fariseo e pubblicano
XXXma Tempo Ordinario
Il Buon Dio è sempre ben disposto verso di noi, ma siccome ci ha lasciato la libertà, siamo solo noi che possiamo, oppure no, guadagnarci la sua benevolenza.
Le scritture di oggi ci consigliano i modi per ottenerla quando ci presenteremo al suo cospetto.
Interessante il libro del Siracide, di Ben Sira, maestro in Gerusalemme:…”non trascura la supplica dell’orfano, né la vedova…Chi la soccorre è accolto con benevolenza, la sua preghiera arriva fino alle nubi.”
Ancora una volta leggiamo e vediamo come il Signore non abbandona il più debole per condizione di vita. L’orfano che rappresenta bene l’idea dell’abbandono e la vedova che, invece, inquadra la situazione del bisogno. Ai tempi nostri e nei nostri luoghi sono ancora inalterate queste condizioni, ne sanno qualcosa coloro che frequentano “Madre Amabile” o il “Centro di Aiuto alla Vita”.

sabato 15 ottobre 2016

LA FEDE DIMENTICATA



XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
Asia Bibi prima di essere imprigionata per"blasfemia" - www.gatestoneinstitute.org/7959/asia-bibi
“Ma il figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede nella terra?” E’ la domanda capitale cui nessuno sa rispondere perché nessuno conosce i tempi di Dio.
C’è però da fare una considerazione che può consolare: le potenze degli inferi non prevarranno sulla Chiesa. E’ la certezza che ci ha lasciato Gesù Cristo per il semplice motivo che Lui ci ha lasciato sé stesso nell’Eucaristia.
L’unico rischio, che forse non evidenziamo con sufficiente forza, è quello di sminuire il Sacramento riducendolo, come fanno i protestanti, a un semplice simbolo.
E‘ un rischio, purtroppo, attuale, vista l’aria che tira verso le varie celebrazioni luterane cui prestano attenzione smisurata quelli d’oltre Tevere.
Una volta le eresie erano individuate con maggiori energie, ma se la fede viene dimenticata tutto è possibile.

sabato 8 ottobre 2016

UNO SU DIECI



XXXVIII Domenica del Tempo Ordinario
TORNARE A RINGRAZIARE
In qualche modo trovo che Gesù rimase molto rattristato quando vide che uno solo su dieci ritornò a ringraziarlo: “…uno di loro vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce e si prostrò davanti a Gesù, ai suoi piedi, insieme alla gloria eterna…Ma Gesù osservò “non ne sono stati purificati dieci? E gli altri nove dove sono?...” (Lc)
Invece, quel solo lebbroso era pieno di felicità per quell’inatteso dono e ha voluto esprimerlo, un po’ come ha fatto il comandante Naaman nell’episodio raccontato nel secondo Libro dei Re: “…”il tuo servo non intende compiere più un olocausto o un sacrificio ad altri dei, ma solo al Signore”. (2Re)
Se solo ci rendessimo conto di quanto dipendiamo dalla sua volontà, se solo riuscissimo a vedere la sua magnificenza nel dono della nostra vita, allora forse capiremmo anche il linguaggio del Salmo: “…risuoni il mare e quanto racchiude, il mondo e i suoi abitanti. I fiumi battano le mani, esultino insieme le montagne.”

venerdì 7 ottobre 2016

dal Perchè al Per chi

II° SEMINARIO DI FORMAZIONE PER OPERATRICI CAV

AL CUORE DELLE RAGIONI:
dal PERCHE' al PER CHI


clicca sull'immagine per informazioni




…………. sono molte le mamme che incontriamo nel nostro servizio al CAV, con le loro storie cariche di dolore, gioia, preoccupazione, speranza, solitudine o felicità. Sentiamo l'urgenza di fermarci a riflettere insieme, aiutate da voci amiche, sul perchè del nostro servizio, sulle ragioni del nostro difendere la vita, per non cedere allo sconforto, al senso di onnipotenza o al solo sguardo assistenziale e recuperare un senso più vero e profondo del nostro essere oggi operatrici Cav.


SABATO 22 OTTOBRE 2016
DALLE  9 ALLE 12,30 -  AULA BIASIOLI - OSPEDALE DI MAGENTA(MI)
"DIFENDERE LA VITA: PERCHE' "
don Santo MERLINI cappellano Ospedale SANT'ORSOLA (BO)

SABATO 12 NOVEMBRE 2016 
DALLE  9 ALLE 12,30 - AULA BIASIOLI - OSPEDALE DI MAGENTA(MI)
"DIFENDERE LA VITA: PER CHI "
dottor Michele BARBATO Dir.U.O.Ostetricia Ginecologia - Ospedale di MELEGNANO

sabato 1 ottobre 2016

IL SERVO INUTILE


XXVII del Tempo Ordinario
La parola d’ordine di oggi è:...”Accresci in noi la fede…” (Vangelo) a conferma che la fede è un dono.
Quando riceviamo un dono, lo guardiamo con curiosità e quando ne capiamo tutte le implicazioni che centrano le nostre aspettative, ne siamo immensamente felici, vorremmo che quel dono fosse “per sempre”. Assume una preziosità unica, che solo un amore vero “più di ieri, meno di domani” può sperare in una continua crescita.
Un po’ come l’amore coniugale e come l’amore filiale, non quello di oggi dove tutto è posticcio, ma come quello che ci viene dal Sacramento: dal Matrimonio per sempre, dal “Dono” della vita, prima e dopo il Battesimo, per sempre.
Che famiglia, se nelle famiglie regnasse questo tipo di dono. Che Chiesa, se questo dono regnasse in tutti i livelli della sua organizzazione.