venerdì 24 maggio 2019

LA DIMORA DI DIO

Sesta  Domenica di Pasqua (Anno C)
I Vangeli non raccontano quasi niente della vita di Gesù prima del suo ministero pubblico. E’, però,
facile intuire che i suoi anni sono trascorsi all’interno di una famiglia, quella costituita da sua madre Maria e da suo padre Giuseppe, nel contesto di una comunità parentale e di un tessuto sociale ben ordinato e strutturato. In sostanza la prima dimora dove Dio ha voluto testimoniare la sua incarnazione è la famiglia. Un luogo primario per sviluppare la logica dell’accoglienza, della cura, della protezione, dell’accompagnamento. Si capisce perché è in questo luogo che il figlio dell’uomo trova il giusto modo per venire al mondo. Senza la famiglia c’è il rischio che alla prima difficoltà il figlio diventi un peso, un costo, un impedimento.

mercoledì 22 maggio 2019

PERCORSO VITA 2018/2019

OTTAVO MESE 
Ecco, io faccio nuove tutte le cose" (Ap 21,5).
ALLORA..NON SONO NATO INVANO


Cimitero dei Bimbi non nati al Laurentino di Roma
Mi chiamo Gabriele  Francesco.
Sono nato a Novara l’11 aprile 2013. Sono morto lo stesso giorno in cui sono nato. Adesso tutti starete pensando che mamma e papà non si sono comportati bene: in effetti mi hanno lasciato solo, sotto un cavalcavia, con indosso pochi stracci e senza un biberon nei paraggi.
Ma io non mi permetto di giudicarli.

sabato 18 maggio 2019

TUTTE LE COSE NUOVE


Quinta Domenica di Pasqua (Anno C)
Forse alcuni di coloro che avevano salutato la svolta del Concilio Vaticano II come un modo concreto e nuovo di adeguarsi ai cambiamenti del mondo si rifacevano, molto probabilmente al breve passaggio del Libro dell’Apocalisse:
“…e colui che sedeva sul trono disse: “Ecco, io faccio nuove tutte le cose.”

sabato 11 maggio 2019

FINO ALL’ULTIMA CIMA


Quarta Domenica di Pasqua(Anno C)

In questa seconda domenica di maggio viene laicamente festeggiata la figura della mamma. Fiori, dolci, pensierini, spettacoli nelle scuole primarie (o almeno, una volta si tenevano) per ogni mamma sono ingredienti necessari per un bell’appuntamento che ogni volta ridisegna la figura della madre. Non a caso cade nel mese di maggio, il mese per eccellenza che la Chiesa dedica alla Madre di Dio e Madre nostra. Speciale culla della Vita che porta alla salvezza di tutto il genere umano. Ben si adatta, quindi, quel versetto degli Atti degli Apostoli:
“…io ti ho posto per essere luce delle genti perché tu porti la salvezza sino all’estremità della terra.”
In questo momento storico in cui le tenebre avvolgono anche la Chiesa, giusto la Madonna è, ancora, luce per tutti noi. La salvezza che ha portato, per nove mesi, è stata Gesù Cristo. La devozione che in tutto il mondo, in tutti i Santuari a Lei dedicati, le viene riservata è il pass per arrivare a Gesù, lo sappiamo bene.